www.cinemazero.it

Elenco

FAQ!

far partire, presto e bene, un corso sugli audiovisivi

Interessanti questi laboratori, ma come faccio a sapere quali sono fattibili nella mia classe?
La maggior parte dei laboratori è adattabile alle diverse etàdegli allievi, perché i laboratori sono progettati per obiettivi, che vengono raggiunti attraverso un approccio modulato sull’età e competenze del gruppo classe.


Che rapporto posso istituire fra questi laboratori e il mio percorso curricolare?
Sul piano dei contenuti, molti corsi sono pensati come eccellenze rispetto al percorso curricolare oppure prevedono un approccio multidisciplinare, ponendo in rete le competenze e le conoscenze curricolari di una determinata fascia di scolarizzazione; inoltre sono facilmente innestabili nella quotidianità e in tematiche d’attualità. Questi corsi non propongono solo nuovi contenuti, ma consolidano competenze già presenti negli allievi e ne fanno emergere altre, rendendo più efficace il loro apprendimento e il recupero motivazionale.


Bello sì, ma quanto mi costa?
Se la scuola ha sede nel territorio del Friuli Venezia Giulia, la spesa può ridursi anche a zero, basta procedere per tempo a fare domanda per ottenere i fondi che ogni anno la Regione bandisce proprio per questo tipo di attività. Le informazioni e i bandi sono contenuti nel sito internet della regione all’indirizzo: www.regione.fvg.it 


Chi mi dà una mano a organizzare il corso?
La cosa più semplice è contattare la Mediateca via mail, via telefono o direttamente di persona. Il primo recapito utile è certo quello di Silvia Moras, referente delle attività didattiche: 0434 520945, email silvia.moras@cinemazero.it


Come faccio a sapere di quali spazi, strumentazioni, tempi ho bisogno?
Congiuntamente alla scelta dell’attività verranno evidenziati i mezzi necessari per portarla a buon fine ed eventualmente rimodulati a seconda delle esigenze dell’Istituto. Alcuni strumenti didattici saranno resi disponibili direttamente dalla Mediateca.

Ho già fatto un laboratorio l’anno scorso e vorrei che lo stesso gruppo classe ne facesse un altro anche quest’anno: come faccio ad assicurarmi che non vengano ripetute le stesse attività?
Ogni laboratorio ha degli obiettivi comuni e altri specifici. I primi sono gli elementi base che è utile “rinfrescare” per assicurarsi di partire da conoscenze e competenze condivise, i secondi sono caratterizzanti il laboratorio e a questi viene dedicata la maggior parte delle attività. Già la suddivisione proposta in questo quaderno evidenzia come il primo gruppo di corsi sia maggiormente dedicato a un primo avvicinamento ai linguaggi audiovisivi. Nel complesso non è prevista propedeuticità fra le attività ma connessione reticolare, con obiettivi anche a medio-lungo termine.


Come risultato di questa attività è previsto un prodotto audiovisivo?
Se sì, quale spazio e visibilità può trovare?
Ogni eventuale produzione audiovisiva, oltre a rappresentare un punto d’arrivo per il gruppo, l’evidenza di un percorso attuato e delle competenze linguistiche acquisite, può trovare spazio nel sito ufficiale della scuola e, tramite liberatoria, partecipare ai concorsi di categoria presenti a livello locale, nazionale e comunitario.
La Mediateca fornisce tutte le informazioni necessarie.

Come faccio a monitorare che i contenuti e le modalità del corso siano quelle che mi sono state illustrate al momento della scelta?
Il docente referente riceverà all’inizio del corso il documento di sintesi delle attività che si svolgeranno e dei contenuti presenti e convenuti del corso. Importante sottolineare che il setting laboratoriale prevede, per il suo buon esito, la presenza costante, accanto al formatore, del docente di riferimento (o di un facente le veci), con la funzione di mediatore e di responsabile del gruppo. In questo modo il docente potrà verificare personalmente e anzi partecipare attivamente al buon esito del corso.

L’attività laboratoriale è in corso, ma... (si sono verificati dei problemi gestionali; si prevede la necessità di cambiare monte ore; si chiede di rimodulare l’impegno operativo del formatore ecc.):se i passi precedenti si sono svolti correttamente, queste eventualità sono remote, ma nel caso avvisare tempestivamente il formatore o la Mediateca che provvederà a rivedere e concordare con il referente le nuove modalità ed eventualmente il budget.

A corso finito, l’undicesimo passo:
Il corso è finito e tutto è andato bene, oppure non tutto è andato come mi aspettavo: fatta salva la possibilità di intervenire in qualunque momento per riassestare le attività, alla fine di ogni corso è prevista la compilazione da parte del referente di un Questionario di Gradimento con il quale la Mediateca conta di monitorare le proprie attività e intervenire qualora si riscontrassero delle sofferenze.


E quali le possibilità di aggiornamento per gli stessi insegnanti?
La Mediateca Pordenone organizza con cadenza mensile incontri per l’aggiornamento degli insegnanti sui Moduli e Laboratori che possono condurre, da soli o in parternariato con la Mediateca.